Certo, noi pecore siamo in netta maggioranza alla fattoria Antonič, ma del resto siamo noi che diamo il latte per i fantastici formaggi che vengono giornalmente prodotti con tanta cura ed amore in azienda! In tutto, nel gregge, siamo quasi duecento divise tra la famiglia delle pecore sarde (ottime produttrici di latte) e quella delle pecore Carsoline dette anche Istriane (prettamente pecore da carne). Andrea il fattore ci accompagna ogni giorno al pascolo dove possiamo assaporare e gustare dell’ottima erba fresca, le piante aromatiche ed in primavera anche dei deliziosi fiorellini. Ed è proprio questa alimentazione sana che contribuisce all’ottima qualità dei prodotti caseari.

Perché la pecora sarda?

In base alle ricerche svolte da Giuseppe le caratteristiche della pecora sarda sono quelle più consone al territorio Carsico. Questa è una delle razze ovine più antiche d’Europa e viene da sempre allevata in Sardegna soprattutto per la produzione di latte. Quando sono in massima produttività riescono a produrre circa 1 l di latte al giorno. I maschi in genere misurano circa 70 centimetri al garrese per un peso che si aggira intorno ai 70 chili. Le femmine sono leggermente più piccole: misurano 65 centimetri per un peso di 50 chili. Le origini di questa razza ovina non sono ancora del tutto chiare, si pensa che possano discendere dal muflone selvatico dei monti del Gennargentu. Attualmente, gli esemplari di pecora sarda rappresentano il 40% della popolazione ovina nazionale. La pecora sarda è priva di corna. La coda è lunga e sottile. Il corpo è ricoperto da un vello bianco e rado che lascia scoperte molte parti del corpo. Le pecore di razza sarda vengono distinte tradizionalmente in tre gruppi: piccola, media e grande. Quelle presenti in questa fattoria appartengono al gruppo della pecora media.

Perché la pecora Carsolina – Istriana?

La pecora Istriana o Carsolina (Dalmatian-Karst) deriva probabilmente da una popolazione autoctona dell’area carsica del nord-est Italia, che nel XVII secolo è stata incrociata con ceppi ovini di provenienza balcanica giunti in zona carsica Istriana al seguito delle popolazioni Morlacche. Pur non essendo mai stata sottoposta a rigorosa selezione, rappresenta un gruppo etnico di notevole interesse. E’ diffusa su tutto l’altopiano carsico sia nella Venezia Giulia che in Slovenia e Croazia.

In Friuli Venezia Giulia sono presenti circa 300 soggetti in purezza nel territorio della Comunità montana del Carso. Un tempo le greggi venivano mantenute per nove mesi all’anno al pascolo nella zona del Carso, dove, fra novembre e maggio, utilizzavano i magri pascoli disponibili soprattutto della zona litoranea. Nel periodo estivo si ricorreva invece all’alpeggio arrivando fino ai piedi del monte Nevoso. Gli arieti misurano circa 80 centimetri al garrese per un peso approssimativo di 80 chili mentre le femmine misurano circa 65-70 centimetri al garrese per un peso di 50 chili. Il loro manto è bianco con delle macchie nere sul muso, le zampe e la coda. La loro caratteristica principale sono le corna. Questa pecora è quasi in via di estinzione ecco perché la famiglia Antonič ha con il tempo sviluppato un nuovo progetto, quello di aumentare il numero di capi presenti in azienda.

Quando verrete a trovarci vi faremo conoscere anche i nostri colleghi! L’asino più simpatico della fattoria: Berto, la sua mamma Susy e sua sorella Tina, e poi i cani pastori Rudi e Don, le due bellissime cavalle bionde Fabrika e Farnia e le nuove guardiane della fattoria, le ochette Qui, Quo e Qua.

Un’anteprima la troverete nella nostra galleria…